Il cane: il mio miglior terapista

Il cane è sicuramente l’animale da compagnia più diffuso tra gli esseri umani che lo considerano un vero e proprio affetto, fedele e presente nel momento del bisogno. Proprio perché il cane rappresenta l’affezione e la fedeltà, viene considerato il miglior amico dell’uomo e impiegato in molti ruoli importanti, come possono essere l’aiuto in situazioni di difficoltà e il salvataggio di vite umane.

Uno di questi ruoli a fianco dell’uomo è senz’altro quello di “terapista”, largamente diffuso per la naturale inclinazione di questo animale e per il ruolo che ha nella nostra vita e per questo impiegato anche in ambito professionale e specializzato nella cosiddetta Pet therapy.

Tutti i cani sono per i loro padroni fedeli compagni di vita e rappresentano un essere a cui si possono riversare affetto e coccole e al tempo stesso riceverne, ma esistono alcune razze che per la loro peculiarità e predisposizione vengono considerati i più adatti ad essere impiegati in certe situazioni, come può essere appunto la terapia assistita con gli animali.  I cani vengono usati per portare sostegno e conforto a persone con problemi fisici o psichici, a persone malate o che stanno attraversando un momento di difficoltà, ma anche per aiutare l’inserimento sociale come nel caso delle scuole e delle strutture sociali.

Tra i cani più adatti alla “Pet therapy” ci sono senz’altro il Labrador, il Golden Retriever, il Pastore Tedesco e il Terranova. Queste razze sono considerate le più affidabili, tranquille, versatili e sono quelle più impiegate nelle situazioni in cui c’è bisogno dell’aiuto di un amico a quattro zampe. Ovviamente non sono gli unici, ad esempio con persone che soffrono di disturbi psicologici quali possono essere la depressione, l’ansia, gli attacchi di panico e i disturbi alimentari sono consigliate anche altre razze, di piccola taglia e molto affettuosi e dal carattere stabile come il Cavalier King, Charles Spaniel e Bulldog Francese. Per chi invece, purtroppo sta affrontando la lotta con la malattia, tra le razze più indicate, oltre alle già citate Labrador, Golden R. e Pastore Tedesco, troviamo il Bobtail, il Pastore Scozzese e il Bovaro del Bernese, mentre per chi ha problemi motori il Pastore Tedesco si riconferma il miglior cane da supporto, difatti vengono impiegati anche come cani guida per i non vedenti, ma non dimentichiamolo anche in azioni di ricerca, pubblica sicurezza e salvataggio, di cui parleremo in un articolo a parte.

Il cane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *