Arriva il cucciolo, e ora?

L’arrivo di un cucciolo comporta un vero e proprio cambiamento nella propria vita, e può risultare impegnativo, ecco qualche consiglio su come gestire al meglio questo inizio di convivenza.

Preparare la casa: già nei giorni antecedenti l’arrivo del cucciolo possiamo preparare la casa e renderla accogliente e a misura di cucciolo. Ci serviranno due ciotole, una per l’acqua ed una per il cibo, un cuscino da posizionare in un angolo tranquillo della casa, due o tre giochi come una pallina, il kong ed una corda di cotone. Eventualmente possiamo pensare anche ad un recintino per cuccioli che ci aiuti a delimitare un area in nostra assenza, per il cucciolo girovagare per casa potrebbe essere pericoloso.

Per i cuccioli è importante mordicchiare, quindi mettiamo al sicuro, in posizioni rialzate scarpe, pantofole, telecomandi della TV, libri, giornali, ecc.

Nelle prime notti è normale che pianga un po’, tieni conto che fino a qualche ora prima dall’arrivo a casa non era mai stato solo, ma sempre in compagnia di mamma e fratelli, adesso quindi si trova spaesato e senza alcun punto di riferimento. Puoi lasciargli a disposizione una maglietta con il tuo odore lo aiuterà a tranquillizzarsi.

I bisognetti: un cucciolo di due mesi è paragonabile ad un neonato, i suoi organi non sono completamente sviluppati e non ha la capacità di trattenere i bisognetti. Per questo dovrai aiutarlo ed agevolarlo per insegnargli da subito a sporcare fuori. Se hai un giardino, quando sei presente a casa portalo fuori ogni 3 ore circa se è sveglio, se dorme aspetta che si svegli e poi vai subito fuori.

Se non sei a casa delimita i suoi spazi e lascia della carta di giornale quotidiano per assorbire eventuali pipì, io sconsiglio l’uso delle traversine, le trovo diseducative, poco ecologiche e pericolose perché il cucciolo potrebbe morderle e soffocare con la plastica contenuta.

Mordicchiare: bisogna sempre aver presente che il cane fa con la bocca tutto ciò che noi facciamo con le mani, quindi il mordicchiare è perfettamente normale, lo è ancor di più nei cuccioli, che utilizzano questo importante “strumento” per scoprire il mondo, per interagire ed entrare in relazione con gli altri individui, nei primi mesi dovremo dunque pazientare e cercare di insegnare al cucciolo cosa può o non può mordere, offrendo alternative interessanti quando morderà cose che non deve.

Passeggiate: la passeggiata è il miglior modo per far svagare il nostro cane, serve a scaricare le energie in eccesso, attiva tutti i sensi, è parte fondamentale di una buona socializzazione ambientale. Coi cuccioli non si può esagerare però, dai 3 mesi sono consigliate 3 passeggiate quotidiane della durata di 20 minuti l’una, andremo poi ad aumentare di circa 5/10 minuti per ogni mese. Dopo il 7°/8° mese possiamo proporre anche passeggiate più impegnative oltre un’ora di tempo.

Pasti: Il momento del pasto è molto importante, al cucciolo andranno somministrati 3 pasti fino al 6° mese di età. Il pasto va dato sempre allo stesso orario e ponendo la ciotola sempre nel medesimo posto, che dovrà essere tranquillo, dove il cucciolo si senta al sicuro. La ciotola va lasciata a disposizione per un tempo limitato, è sbagliato lasciare cibo sempre a disposizione. Lasciamo perdere anche tutti i comandi “seduto”, “aspetta”, ecc. L’importante è che il cucciolo non salti addosso o non si metta ad abbaiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.